Niente prima accoglienza all’ex-vetreria. Ma la seconda?

Venerdì 8 settembre la nostra associazione e residenti della zona hanno incontrato il Sindaco.

Il comunicato stampa

La cooperativa Dimora d’Abramo non ha intenzione di svolgere attività di prima accoglienza di richiedenti asilo nell’ex-vetreria di viale Olimpia/via Pezzarossa di cui è da poco proprietaria. Questa la rassicurazione del Sindaco che ieri pomeriggio ha incontrato l’associazione Reggio Civitas e alcuni rappresentanti di condomini adiacenti alla sede dell’ex-vetreria, dopo aver espresso, in premessa, apprezzamento per vitalità e azioni di stimolo da parte di cittadini e loro gruppi associativi.

Rimane, quindi, l’incertezza su eventuali attività di seconda accoglienza, che abbracciano tutte le misure volte a favorire l’integrazione dei richiedenti asilo. Tale ipotesi non vedrebbe, comunque, soddisfatta la proposta di Reggio Civitas finalizzata all’ubicazione di servizi fruibili da tutta la comunità in grado di favorire rigenerazione urbana e senso di appartenenza dei cittadini al territorio in cui vivono. Reggio Civitas, infatti, in accordo con alcuni residenti della zona, ha ricordato come il quartiere Mirabello sia oggetto di un programma comunale rivolto a ottenere qualità urbana e relazionale e che servizi dedicati alle minoranze siano in disaccordo con tali principi generando vuoti di frequentazione e quindi, potenzialmente, di ordine pubblico. I cittadini temono, inoltre, che la conseguente svalutazione immobiliare e commerciale crei un circolo vizioso con forti ricadute negative su assetto territoriale e tessuto sociale.

L’incontro si è concluso con la pianificazione di un positivo percorso partecipativo che includerà una successiva riunione alla quale parteciperanno sia il Sindaco che il presidente della Dimora d’Abramo. Sarà questa anche occasione per incentivare la cooperativa, quale capofila della rete temporanea per le gestione dell’accoglienza, nell’attività di controllo sia diurno che notturno delle residenze ad essa dedicate.

Le nostre richieste in dettaglio

Premessa

Il recente acquisto dell’ex-vetreria di viale Olimpia n. 10/via Pezzarossa n. 3 da parte della cooperativa Dimora d’Abramo ha generato forti preoccupazioni nei residenti e commercianti consapevoli della principale attività svolta dalla cooperativa in ambito di accoglienza e servizi per i richiedenti asilo. Tali preoccupazioni non derivano da percezioni o pregiudizi ma da situazioni problematiche oggettive vissute direttamente dai cittadini in tema di accoglienza.

L’eventuale attività legata all’accoglienza non è compatibile con un ambito urbano consolidato prevalentemente residenziale, d’importanza strategica per la riqualificazione (v. Regolamento Urbanistico Edilizio), oggetto di un programma di rigenerazione urbana (quartiere Mirabello) con l’obiettivo di ottenere “un quartiere con una nuova centralità fisica e relazionale in grado di invertire i fenomeni di crisi in atto e stimolare quel senso di comunità che si manifesta quando i cittadini si riconoscono nei luoghi in cui vivono” e una “nuova qualità urbana investendo sul buon vivere e il benessere che favoriscono le relazioni tra le persone”.

L’area nord del quartiere, nella quale s’inserisce la ex-vetreria, adiacente alla zona stazione, è già compromessa da attività critiche per la qualità urbana e sociale, quale, per esempio, la sala giochi Macao 51 di via Emilia Ospizio, come pure dai fenomeni di prostituzione in strada e, anche se non eclatante, spaccio di sostanze stupefacenti, che, di certo, non valorizzano la residenzialità e il senso di appartenenza al territorio, ma, al contrario, favoriscono la separazione e esclusione creando zone di vuoti di frequentazione e, quindi, di ordine pubblico.

La decennale e intensa attività di volontariato di Reggio Civitas, con il sostegno di tanti residenti e la cooperazione dell’amministrazione comunale, ha contribuito alla riqualificazione commerciale del tratto est di viale Olimpia, contrastando per anni attività illecite quali il Ristodisco Marcello, i gravi problemi di ordine pubblico generati dal punto scommesse Snai, la sosta di nomadi nelle aree abbandonate e l’insediamento di una lap-dance e di una discoteca nigeriana.

Pertanto, una futura destinazione d’uso dell’ex-vetreria non conforme ai principi di rigenerazione urbana determinerebbe una regressione in ambito di sicurezza e qualità urbana, vanificando anche gli sforzi e i risultati finora ottenuti. Innescherebbe, inoltre, un circolo vizioso, favorito anche dalla svalutazione immobiliare e commerciale, con forti ricadute negative su assetto territoriale e tessuto sociale.

Richieste

Considerando che:

  • le attuali destinazioni d’uso dello stabile prevedono un’attività industriale specifica non suscettibile di destinazione diversa senza radicali trasformazioni che prevede, tra l’altro, mutamenti d’uso urbanisticamente rilevanti (338 mq), due abitazioni (414 mq) e un ufficio (91 mq) per un totale di 913 mq
  • le attività della Dimora d’Abramo non si limitano all’accoglienza e che l’investimento immobiliare della cooperativa è reso possibile da finanziamenti pubblici

si chiede al Sig. Sindaco se è a conoscenza delle attività previste dalla Dimora d’Abramo per lo stabile in oggetto e, nel caso i timori dei cittadini fossero confermati, di esercitare le proprie competenze tramite gli opportuni strumenti urbanistici/autorizzativi e di programmazione per l’utilizzo del territorio al fine di favorire servizi fruibili da tutta la comunità in grado di generare vitalità positiva per il bene della comunità di cui il Sindaco è curatore e supervisore.

Si chiede, inoltre, l’attuazione di un percorso partecipativo che preveda un effettivo peso dei cittadini partecipanti nelle decisioni e non una semplice comunicazione di decisioni irreversibili, come avvenuto per l’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna (UEPE) presso il complesso La Polveriera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: